SPLENDIDA VITTORIA PER I RAGAZZI DEL COACH SAMMARITANI

Seconda giornata del campionato di Serie C girone Marche per i giovani guerrieri pesaresi, che nel campo del Gryphus Perugia, malgrado le assenze dovute ad infortuni, raggiungono una vittoria grintosa e determinata per 9-11.

L’assenza di Mattia Sartini e Diego Arduini, lasciava pensare ad un incontro difficile da affrontare, ma i giovanissimi hanno saputo colmare questa problematica con una splendida prestazione.

Giocare nella vasca di Perugia è sempre difficile, e sabato lo è stato ancora di più in quanto i display dei trenta secondi non erano funzionanti. Questa situazione ha creato qualche problema soprattutto sul finale, quando la squadra di casa ha provato a metterla sulla fisicità.

“Siamo partiti subito bene spingendo veramente forte sul ritmo – afferma Vladik Tontini, giovane atleta del 2001- andando a rete dopo pochi secondi per poi continuare con una gestione di gioco veramente buona che non ha mai dato la possibilità ai Perugini di intimorirci.”

Il rientro del capitano Andrea Sartini è servito per dare la giusta carica alla squadra.

“A Perugia abbiamo giocato una partita solida e convincente ma possiamo fare e dobbiamo fare ancora meglio. Tutti i giocatori hanno dato proprio contributo e siamo soddisfatti anche perché avevamo tanti assenti per influenza ed infortuni. Andiamo avanti così…… questa vittoria ci rende ancora più carichi per la prossima sfida.”

Il prossimo incontro si giocherà nella vasca del passetto di Ancona contro Osimo, formazione ben piazzata e con un buon livello di gioco.

Nella domenica delle giovanili si è giocato per la categoria u17 il derby pesarese tra pallanuoto pesarese e polisportiva pian del bruscolo che come di consueto termina con la netta vittoria pesarese. Il tecnico Andrea Sartini è pienamente soddisfatto degli atleti, che hanno lasciato pochissimi spazi di gioco ai coetanei di pian del bruscolo.

“ Abbiamo chiuso la partita praticamente al primo tempo con un secco 4-0 spiega Andrea- che mi ha dato la possibilità di fare tanti cambi e dare minutaggio a chi gioca meno. Possiamo migliorare ancora tanto e l’impegno dei ragazzi gratifica il lavoro che stiamo facendo assieme. Ognuno di loro ha le potenzialità per arrivare all’obiettivo della prima squadra “