SEGNALI DI MATURITÀ PER LA GIOVANE PALLANUOTO PESARESE

P_20160517_102648La prestazione di sabato contro il Gryphus Perugia ha stupito tutti. L’incontro da parte dei pesaresi é stato pressoché impeccabile considerando le importanti assenze del centroboa Colasante, l’attaccante Mattia Sartini, il portiere Vincenzetti e il capitano Falcioni ormai da diverso tempo fuori dai giochi,  infortunato ma probabilmente disponibile per l’ultimo incontro di questo fantastico campionato che é giunto quasi al termine.
Il fischio d’inizio da il via a quello che vuol essere fin da subito un perfetto equilibrio tra attacco e difesa della pallanuoto pesarese che dimostra dei grandissimi miglioramenti proprio nella fase offensiva la quale si è dimostrata il vero problema ad inizio campionato.
Gli avversari Perugini entrano in vasca più che motivati considerando che si stanno giocando la salvezza assieme al Tolentino, visto che la neo promossa Teate splashing seppur dando filo da torcere anche a formazioni che occupano posti alti in classifica, non é riuscita a guadagnarsi nessun punto. Purtroppo per loro quella motivazione va in frantumi dopo il primo quarto di gioco dove  subiscono un clamoroso parziale di 4-0 da una devastante e straordinaria pallanuoto pesarese.
Di fatto, la squadra guidata da un soddisfatto Pierpaolo Antonini, ha sempre dominato l’incontro regalando un bello spettacolo, corretto, disciplinato ma anche spettacolare. Mancava un secondo al termine del terzo dei quattro tempi, quando il portiere Tommaso Galvani si fa il regalo per i suoi sedici anni essendo il suo compleanno. Poteva ribattere  all’attaccante più vicino a lui, invece carica il tiro e lancia la palla che attraversa i trentatre metri del campo, sopra gli sguardi increduli di tutti i giocatori e finisce nella porta avversaria con fantastica precisione, facendo esplodere il pubblico del Parco della pace in un boato di gioia!!! Incontro concluso sul 10-5 portando la salvezza matematica alla squadra pesarese a cui sarebbe bastato anche il semplice pareggio.
Il prossimo incontro é l’ultimo del campionato e l’ospite sempre in vasca a Pesaro sarà l’Osimo obbligato a batterci per guadagnarsi la promozione in serie B e mantenere i due punti di vantaggio da un agguerrito Fermo che giocherà a casa della Jesina pallanuoto.
NOI SIAMO PESARO é il solito grido che da qualche partita a questa parte si è trasformato in VINCERE SI….. Quindi il consiglio é quello di prestare la massima attenzione.

Seguite questa fantastica Pallanuoto Pesarese sulla pagina facebook e sul sito WWW.PALLANUOTOPESARESE.COM