PROVA DI FORZA PER I GUERRIERI PESARESI

Nella sedicesima giornata del campionato di serie c del girone Marche, i pesaresi si sono visti impegnati nella vasca di una talentosa San Severino che ha dato del filo da torcere ai nostri guerrieri.

Si sapeva che non sarebbe stata una partita semplice, in quanto nel organico della formazione avversaria ci sono dei giovani da non sottovalutare e che in vasca corta possono fare la differenza, soprattutto affrontando una squadra come Pesaro che nei 25 metri fatica ad esprimere il proprio gioco.

“Tre fattori essenziali ci hanno reso più forti del San Severino- afferma il coach Antonini- ossia la voglia di vincere, la grinta e il cuore. Il Blu gallery ha dato il massimo fin dall’inizio e noi siamo stati lì giocandoci l’incontro punto a punto. Loro hanno sbagliato poco, giocando in attacco con molta precisione, tant’è che i loro tiri sono entrati quasi tutti. Noi abbiamo vinto la partita nel momento in cui il San Severino ha iniziato a sbagliare, impostando un gioco veramente incisivo che ha spezzato la partita. Sapevo che il San Severino avrebbe ceduto in quanto il ritmo è stato veramente alto, o meglio un livello di gioco che l’avversario non sarebbe riuscito a reggere. Sono veramente contento della squadra e il parziale di 6-1 nell’ultimo tempo fa capire l’ottima forma attuale di tutto il gruppo che è riuscito a chiudere l’incontro sul 7-11.”

A due giornate dal termine del campionato, la pallanuoto pesarese occupa il terzo posto di una classifica che vede le prime tre formazioni in soli tre punti di distacco. Nella prossima giornata, si scontreranno la prima, Osimo, contro la seconda in classifica , la Jesina Pallanuoto e si capirà quale sarà la formazione che accederà in modo diretto alla promozione in serie B.

La formazione u13, è la protagonista della domenica dei campionati giovanili. Si affrontano i pari età del team Osimo nella vasca di casa del parco della pace e i padroni di casa guidati da un soddisfatto Mattia Sartini, giocano una gran bella partita, imponendosi sull’avversario per 12-6.

“È stata una partita che siamo riusciti a controllare dall’inizio alla fine -spiega Sartini-. Nei primi 2 tempi e mezzo siamo riusciti ad esprimere un discreto gioco alternando contropiedi e azioni ragionate per cercare la boa, mentre nell’ultima parte di gara causa anche la stanchezza e i pochi cambi a disposizione, non siamo riusciti a fare quello che ci eravamo predisposti.

Di lavoro da fare ce n’è ancora tanto, ma posso considerarmi soddisfatto di tutto quello che hanno fatto questi ragazzi .”

Il gruppo dei master, impegnato venerdì sera nel campo del Penta Modena, perde l’incontro per 9-5.