L'incontro di sabato disputatosi in casa Dmm è terminato con un pareggio, ossia il secondo consecutivo per la formazione pesarese. L' ospite è il Tolentino Pallanuoto, che nonostante la bassa posizione in classifica, è una squadra capace di dare fastidio e così è stato. I guerrieri dmm partono con il solito ritmo brioso , tanto che dopo appena due minuti, le azioni da contropiede sono ben quattro, purtroppo terminate con eclatanti errori al tiro e causando un probabile principio di nervosismo, che dà spazio all'avversario per segnare la prima rete.
Il girone di ritorno inizia con la giornata di riposo per la prima squadra DMM, che nonostante la partita in meno giocata, occupa ancora il secondo gradino della classifica. Si dovrà attendere sabato 1 aprile per vedere se i guerrieri riusciranno a mantenere questa posizione frutto di un fantastico gioco di squadra. Lo show arriva tutto dalle giovanili u20 e u15 che riescono ad ottenere risultati schiaccianti imponendosi in modo deciso sugli avversari Osimo e Ascoli, dando un segnale positivo sul lavoro svolto dai tecnici pesaresi.
L'incontro di sabato al palablu di moie, era molto sentito dagli atleti pesaresi e la tensione era già percepibile in questa settimana di allenamenti. Sta di fatto che la Dmm parte male con un gran nervosismo e ad appena 29 secondi dal fischio d'inizio, nel pozzetto dell'espulsione ci sono due giocatori. Si difende con due uomini in meno e solo un miracolo del portiere Vincenzetti e un pasticcio della squadra di casa salva la porta pesarese. Si prosegue in maniera poco creativa e il Moie inizia ad approfittare della situazione infilando due goal con semplicità.
La pallanuoto pesarese prosegue il suo percorso travolgendo anche il blu gallery San Severino davanti al proprio pubblico, portando a Sei le vittorie e una sola sconfitta contro la favorita alla promozione, la Libertas Rari Nantes Perugia. È questa la situazione attuale della squadra pesarese ad una sola partita dalla fine del girone di andata. A detta di tanti, anche in questo campionato, la Dmm era tra le squadre a rischio retrocessione e forse è anche per questo che quando si chiede un commento dell'incontro al coach Antonini nel suo sguardo appare un ghigno
Come preannunciato in precedenza, l'incontro che si è giocato sabato 4 marzo al palablu di Moie, ha regalato forti emozioni sportive, in quanto le due formazioni, la Dmm pallanuoto e i padroni di casa della Jesina Pallanuoto, si sono affrontate a testa alta, con il massimo rispetto e la massima correttezza. Dal momento che le squadre entrano in vasca per il riscaldamento, gli sguardi degli atleti delineano un livello di concetrazione e tensione elevato, che si trasforma in grinta al fischio di inizio. I pesaresi conquistano il primo pallone di gioco e mettono fin da subito
Tutto pronto in casa Dmm per affrontare uno degli incontri più sentiti e attesi del campionato. Alle ore 19,15 al palablu di moie, ci sarà il fischio d'inizio e da quel momento in poi si potrà vedere se il lavoro minuzioso svolto dal coach Antonini porterà altri tre importanti punti per mantenere la squadra nel secondo gradino più alto della classifica.
Sabato sera le luci della piscina di Pesaro, si sono spente presto, in quanto l'incontro valevole per il campionato di serie c non si è disputato. La squadra ospite, l'Albatros di Ascoli piceno, non ha potuto partecipare a seguito delle pesanti espulsioni inflitte dalla federazione nazionale che riguardano un incontro disputatosi lo scorso campionato, ma da scontare solo ora in quanto la sentenza del ricorso è arrivata poco prima dell'incontro.

Il capitano Mattia Sartini intervistato da Radio Incontro, commenta il bell'inizio di campionato della DMM Pallanuoto Pesarese [audio mp3="http://www.pallanuotopesarese.com/wp-content/uploads/2017/02/DMM_seconda.mp3"][/audio]  ...

“Andiamo a Fermo per vincere” aveva affermato il coach Antonini e così è stato. Il campo di fermo è sempre stato ostico per gli atleti pesaresi, in quanto i padroni di casa, davanti al loro pubblico, hanno sempre venduto cara la pelle per i tre punti della vittoria, ma questa volta sono stati costretti a chinare la testa davanti ad una concentratissima e travolgente DMM.