Con la sconfitta di sabato 27 Maggio, nello splendido scenario della piscina del parco della pace, la Dmm Pallanuoto perde la seconda posizione in classifica e conclude questo campionato al terzo posto.

Quello disputatosi sabato 20 nell'impianto del parco della pace, è stato un incontro a senso unico, dove i pesaresi sono riusciti a mettere in chiaro le cose dalle prime azioni di gioco.

Nella lista dei tredici convocati manca il bomber Arduini, figura molto importante per l'equilibrio della squadra pesarese, ma nonostante questa lacuna,la DMM parte forte e decisa,

Nell'incontro di sabato 13 con la Jesina Pallanuoto, il coach Antonini chiede la massima grinta e concentrazione da parte di tutti. I guerrieri pesaresi partono forte, cercando subito di prendersi un bel vantaggio per poi cercare di gestire la partita. Di fatto il primo quarto termina sul 2-0 a favore DMM che però pecca già di qualche errore di troppo.
Sabato 6 maggio, la pallanuoto pesarese, ha affrontato l'Albatros di Ascoli Piceno, aggiudicandosi l'incontro per 7-15. Anche se gli atleti entrano in campo poco concentrati, la partita sembra andare a senso unico e il gioco dei pesaresi sovrasta l'avversario.
Sabato 29 aprile nell'impianto di Pesaro del parco della pace, i tredici guerrieri pesaresi affrontano la Rosetana Pallanuoto, formazione che occupa la penultima posizione in classifica.
Sabato 22 aprile nell'impianto del parco della pace di Pesaro si è disputato il tredicesimo incontro del campionato di serie C girone marche, che ha visto i guerrieri pesaresi scontrarsi con il Fermo Pallanuoto. Da sempre questa è una partita molto sentita da ambedue le formazioni, ma per i padroni di casa lo era ancor di più in quanto obbligati a vincere per difendere una splendida seconda posizione in classifica, frutto di un duro lavoro svolto durante il girone d'andata.

PESARO. La formazione pesarese era ben cosciente che sarebbe andata a Perugia nella tana della prima in classifica per tentare una impresa difficilissima, in quanto, all’appello mancano alcuni importanti giocatori che costringono il coach Antonini allo stravolgimento della squadra.

Di fatto i pesaresi partono come sempre, spingendo forte, riuscendo a creare buone azioni senza però finalizzarle al gol. Buone le palle arrivate al centroboa Arduini che come al solito non smentisce le aspettative.